TECNOLOGIA
Chiama, videochiama e messaggia con indoona di Tiscali
Scritto il 2011-09-20 da Redazione su Software

indoona - Tiscali Italia SpA

Tiscali cambia nome al proprio wiPhone e rilancia con indoona. Difatti indoona è l'applicazione, disponibile per tutti i sistemi operativi,  che permette di effettuare chiamate, inviare messaggi e videochiamare gli altri utenti indoona gratuitamente, via internet, da PC e da smartphone se in Wi-Fi che in 3G.

Come funziona? Indoona by Tiscali è molto semplice da usare, sarà sufficiente scaricare l'applicazione, creare un account, lanciare l’app ed aggiungere i vostri contatti che utilizzano la stessa applicazione su iPhone, Android, Pc e Mac.

Dopodiché potrete:

  • chiamare e videochiamare a costo zero e senza limiti tutti i numeri indoona
  •  inviare messaggi illimitati agli altri numeri indoona gratuitamente
  • sapere quali dei vostri contatti indoona sono live e disponibili per puoi comunicare gratis

Al primo avvio dell’applicazione verrà richiesto l'inserimento del proprio numero di cellulare ed anche il codice di sicurezza che vi verrà inviato tramite SMS.

Da provare - tanto è gratis :-)

Effettuare acquisti e pagare direttamente con il proprio telefono, senza bisogno di un portafoglio (né fisico, né virtuale) è stato un obiettivo che si erano poste molte case di produzione senza risultati davvero apprezzabili. Durante l'evento Apple di presentazione dei nuovi iPhone Apple ha invece presentato Apple Pay, il nuovo sistema di pagamento che si pone l'obiettivo di rivoluzionare il mondo dei pagamenti digitali. Apple infatti è riuscita a stringere accordi con i principali gestori di carte di credito per poter estendere il più possibile il proprio servizio. Al momento Apple Pay è attivo negli Stati Uniti e può essere utilizzato dai possessori di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, apparecchi dotati di chip NFC necessario per utilizzare il servizio. Ma come funziona Apple Pay? Per prima cosa è necessario abilitare il proprio telefono: si dovrà fotografare la propria carta di credito e inviare un modulo di verifica per la sicurezza dei propri dati. Una volta che il servizio di pagamento Apple Pay sarà attivo pagare sarà molto semplice: basterà avvicinare il telefono al POS. I due apparecchi comunicheranno via radio e il cliente potrà autorizzare il pagamento tramite il Touch ID presente sul proprio iPhone. Saranno le impronte digitali e non il PIN a dare il via al pagamento. Sul telefono non resteranno memorizzati i dati della transazione che saranno utilizzabili solo dagli istituti di credito. Al momento Apple Pay è attivo solo negli USA e non tutti i POS e i negozi sono abilitati. Il servizio è stato attivato in grandi catene internazionali (come Mc Donald's) ma altri negozi sembrano non vedere di buon occhio il nuovo sistema di pagamento ideato da Apple. Sicuramente il lancio statunitense sarà il più importante banco di prova per il nuovo servizio di Apple: da questo, probabilmente, dipenderà la sua diffusione anche su altri mercati, come quello europeo. 

Mobile - Wappamondo

HTC ha presentato sul mercato il suo nuovo prodotto: si tratta di HTC One M8, un telefono dalle ottimi prestazioni sia dal punto di xista hardware che software. Il nuovo smartphone destinato a competete con gli altri top di gamma, tra cui i nuovi iPhone e il Nexus 6, è destinato a riscuotere ampio successo. Scopriamo le specifiche tecniche di questo nuovo smartphone targato HTC. HTC M8 monta un display da 5" con risoluzione di 1920x1080; il peso totale del dispositivo è di poco più di 150 grammi. Sul lato hardware da segnalare un processore Quad-core da 2.3 Ghz con una RAM da 2 Giga. Il comparto multimediale si arricchisce con le due fotocamere: la principale è quella posteriore con un obiettivo da 4MP e una risoluzione massima di 2688 x 1520 pixel, la fotocamera posteriore è invece da 5 MP. Migliorabile probabilmente la batteria con soli 2600 mAh di potenza. Sul lato software HTC One M8 monterà il sistema operativo Android Lollipop 5.0 su cui sarà installata l'interfaccia HTC Sense proprietaria della casa di Taiwan. Il prezzo del nuovo smartphone HTC è di 459 euro. Da segnalare che HTC ha presentato anche un'altra modello, denominato Eye, che però non sarà distribuito in Italia. Questo particolare modello, pensato per alcuni mercati specifici, tra cui quello indiano, avrà installata una Duo Cam da 13 megapixel. Gli appassionati di fotografia si stanno mangiando le mani: chissà che HTC non ritorni sui suoi passi e riveda la propria decisione.

Mobile - Wappamondo

Dopo l'arrivo di iOS 8 in casa Apple è arrivato il momento della risposta di Google che ha svelato il suo nuovo sistema operativo mobile: Android 5.0 Lollipop. Il nome Android "L" è stato tirato fuori da Big G alla fine di giugno di quest'anno e ora, dopo alcuni mesi in cui è stato reso disponibile solo per gli sviluppatori e installabile esclusivamente su alcuni device Nexus, ne sono state rivelate le caratteristiche e le novità. Entro la fine dell'anno la quinta versione di Anroid verrà resa disponibile prima sugli smartphone Nexus (4, 5, 7, 10) e poi gradualmente su quelli degli altri produttori che utilizzano il sistema operativo di Google. Android Lollipop si presenta con un design completamente rinnovato, dove è la vecchia accoppiata "carta e penna" ad aver ispirato gli sviluppatori di Mountain View. Utilizzare il nuovo Android darà come l'impressione di essere davanti a un giornale da sfogliare. Nuove ed eleganti grafiche, motion fluide ed effetti luce-ombra hanno rinfrescato in maniera importante il look del robottino verde di Google. Così come iOS 8 anche Android 5.0 Lollipop apporta una serie di novità relative alle notifiche. Quest'ultime potranno essere visualizzate anche nella schermata di blocco schermo e basterà un solo tocco sul display per cancellarne una o rispondere a un messaggio senza dover necessariamente disattivare il blocco schermo. Inoltre le notifiche potranno essere personalizzate attraverso un sistema di priorità che consente di ricevere solo gli aggiornamenti dei contatti selezionati. Per quel che riguarda le prestazioni Android Lollipop migliora di quattro volte le performance in termini di fluidità e gestione del multitasking rispetto alla precedente versione grazie all'adozione di ART di default, oltre che al supporto ai processori a 64-bit. Migliorie anche sulla sicurezza con la nuova opzione di criptaggio, mentre relativamente alla riduzione del consumo della batteria, Android Lollipop dispone della nuova funzione "Battery Saver" che, disattivando alcune funzionalità dispendiose, incrementa la durata della batteria di ulteriori novanta minuti.

Mobile - Wappamondo

TECH-PREMIERE
TECNOLOGIA


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002