TECNOLOGIA
Smartwatch a confronto: quale scegliere?
Scritto il 2014-09-17 da Michela Assuntino su Gadgets e accessori

Fonte: www.apple.com

Gli ultimi mesi hanno visto la presentazione di numerosi modelli di smartwatch, i nuovi dispositivi indossabili in grado di arricchire profondamente la nostra esperienza multimediale e le funzioni dei nostri smartphone. Tante aziende hanno presentato i loro prodotti: cerchiamo di mettere gli smartwatch a confronto per conoscere le caratteristiche migliori di ognuno.

Per farlo abbiamo preso in considerazione quattro tra i modelli più importanti di orologi di ultima generazione. Tre dei dispositivi presentati utilizzano il sistema operativo Android Wear mentre Apple Watch utilizza un sistema operativo proprietario:

  • il primo è LG G Watch 2 : lo smarwatch funzionerà con tutti gli smartphone che installano il sistema operativo Android 4.3 o successivo e sarà resistente all'acqua e alla polvere. Costerà 199 euro e permetterà di visualizzare notifiche e interagire con il telefono anche grazie alla tecnologia "ok Google"
  • Asus Zenwatch colpisce soprattutto per la componente estetica. Anche questo dispositivo funziona tramite un sistema operativo Android ma l'interazione è garantita da un'interfaccia proprietaria di Asus che prende il nome di Zen UI. Pensato per il fitness e come assistente necessita di smartphone Android per utilizzare le sue funzioni. Sarà venduto al prezzo di 199 euro.
  • Novità assoluta Samsung Gear S avrà a disposizione la possibilità di connettersi indipendentemente tramite 3G grazie ad un apposito slot per Sim Card. Questo vuol dire che potrà essere utilizzato, senza telefono, per chiamare e mandare messaggi (presente anche una tastiera virtuale). Il prezzo sarà di 299 euro.
  • La più grande attesa porta il nome di Apple Watch, da molti rinominato Apple iWatch. Lo smartwatch di Apple sarà dipendente da iPhone e verrà distribuito dal 2015. Sarà disponibile in tre modelli i cui prezzi varieranno da 349 euro fino a superare i 1000 euro del modello più costoso. Permetterà non solo di interagire con il telefono ma anche di comunicare con altri dispositivi simili in maniera istantanea

Quale scegliere? Molto dipende dalle vostre esigenze: chi è in possesso di iPhone non deve avere dubbi. Per chi utilizza un dispositivo con sistema operativo Android c'è più scelta: il Gear S è sicuramente un buon compromesso tra qualità e prezzo e l'opzione di utilizzare il dispositivo anche senza smartphone a portata di mano non è da disprezzare.

Foto
Articoli Correlati
LG risponde all'arrivo in Italia del Gear VR (venduto a 199 dollari), casa Samsung, con il nuovo VR for G3: basato su Cardboard, l'ecosistema di Google, il dispositivo è stato creato per inserire la realtà virtuale tra i top di gamma dell'azienda. Il visore per la realtà virtuale è un gadget che funziona insieme allo smartphone LG G3 ed è semplicemente una versione in plastica del Google Cardboard. Il VR for G3 di LG è una specie di custodia senza componenti hardware, ha un anello magnetico in neodimio che permette agli utenti di scorrere tra i menù perchè lavora insieme al giroscopio magnetico: lo scrolling avviene senza toccare il display (si possono anche abbinare le cuffie Bluetooth LG Tone Infinim). Di fronte sono presenti i 4 ritagli per il flash, l’autofocus laser, l’altoparlante e i Rear Key e la fotocamera. Come si usa? L'utente inserisce l’LG G3 nel visore e, attraverso le applicazioni compatibili, ottiene un’esperienza di realtà virtuale. Il display Quad HD e lo speaker da 1 Watt con Boost AMP permettono un coinvolgimento totale! Gli acquirenti di LG G3 potranno avere gratuitamente VR for G3: la promozione è pensata per festeggiarne l'arrivo. Il nuovo SDK è stato rilasciato dalla compagnia per offrire un visore gratuito agli utenti che acquistano un LG G3.

Prodotti - Comunicablog