TECNOLOGIA
Canon Eos 750D: reflex entry level di qualità
Scritto il 2015-05-19 da Michela Assuntino su Tecnologia

Fonte: http://www.photographyblog.com/

Tra le nuove fotocamere reflex presentate negli ultimi mesi ha fatto molto parlare di sé la nuova Canon Eos 750D, un modello di reflex entry level che permette di ottenere ottime prestazioni in tutte le condizioni. Le caratteristiche tecniche della fotocamera sono state rinnovate rispetto ai modelli precedenti permettendo di realizzare un oggetto ancora più completo.

Scatti definiti in tutte le condizioni

Il punto forte della reflex è il sensore CMOS da 24.2 megapixel la cui funzionalità è supportata da un sistema di Autofocus completamente rinnovato. Quello che possiede la Canon Eos 750D è un sistema AF a 19 punti, tutti a croce, diversamente da quello che avveniva sui modelli precedenti. Migliorato anche il mirino e il sensore di esposizione. Con ISO da 100 a 12.800 la reflex permette di scattare immagini altamente definite in ogni condizione di luce. Due le modalità di scatto previste: Basic e Creative per chi ha voglia di sperimentare.

Video in Full Hd

La reflex è in grado di registrare video in Full Hd a 1080p e 30 fps. Interessante anche la possibilità di utilizzare l'ingresso per il microfono nel caso si necessiti di un audio migliorato e più accurato. Il piccolo schermo LCD può essere ruotato per effettuare riprese sorprendenti e particolari e dare sfogo alla propria fantasia.

Nuovo processore per la Eos 750D

Rispetto ai suoi fratelli maggiori la nuova reflex di Canon utilizza anche un nuovo processore Digic 6 che migliora, non di poco, le prestazioni della macchina. Esso permette di effettuare 5 fps: non si rischierà mai di perdere il momento decisivo durante gli scatti. Il funzionamento della macchina è fluido così come il display LCD che fornisce anche interessanti informazioni di scatto.

Il prezzo della nuova Eos 750D è di 760 euro e la macchina è già disponibile nei principali rivenditori in store e on line. La reflex contiene anche i moduli per la connettività Wi-fi e NFC: ciò la rende un modello entry level di tutto rispetto.

Foto
Articoli Correlati
LG risponde all'arrivo in Italia del Gear VR (venduto a 199 dollari), casa Samsung, con il nuovo VR for G3: basato su Cardboard, l'ecosistema di Google, il dispositivo è stato creato per inserire la realtà virtuale tra i top di gamma dell'azienda. Il visore per la realtà virtuale è un gadget che funziona insieme allo smartphone LG G3 ed è semplicemente una versione in plastica del Google Cardboard. Il VR for G3 di LG è una specie di custodia senza componenti hardware, ha un anello magnetico in neodimio che permette agli utenti di scorrere tra i menù perchè lavora insieme al giroscopio magnetico: lo scrolling avviene senza toccare il display (si possono anche abbinare le cuffie Bluetooth LG Tone Infinim). Di fronte sono presenti i 4 ritagli per il flash, l’autofocus laser, l’altoparlante e i Rear Key e la fotocamera. Come si usa? L'utente inserisce l’LG G3 nel visore e, attraverso le applicazioni compatibili, ottiene un’esperienza di realtà virtuale. Il display Quad HD e lo speaker da 1 Watt con Boost AMP permettono un coinvolgimento totale! Gli acquirenti di LG G3 potranno avere gratuitamente VR for G3: la promozione è pensata per festeggiarne l'arrivo. Il nuovo SDK è stato rilasciato dalla compagnia per offrire un visore gratuito agli utenti che acquistano un LG G3.

Prodotti - Comunicablog